Due parole sull’associazione…

L’Associazione è attiva dal 1988 nel campo della prevenzione del maltrattamento minorile.
E’ possibile segnalare maltrattamenti  contattandoci al numero di telefono +41 (0) 91 682 33 33 dalle ore 9:00 alle ore 21:00, giorni festivi inclusi.

Il nostro lavoro non si limita solo al telefono, che ha raccolto e raccoglie ancora molti, troppi segnali di violenza psicologica e fisica, maltrattamenti e malessere sociale, ma uno degli obiettivi del Telefono S.O.S. Infanzia è la sensibilizzazione e soprattutto la prevenzione.

Collaboriamo con lo Stato e con altre Associazioni affinché il nostro servizio, che copre tutto il territorio cantonale e la Mesolcina, sia il più efficiente possibile.

Riconosciuta a livello cantonale dal Dipartimento Opere Sociali, lavora con serietà a tutela dei minori.

La nostra Associazione dispone attualmente di una sede ubicata in Via Puccini 4b a Chiasso.

Molteplici sono le direzioni di lavoro che impegnano i volontari. Innanzitutto la gestione di una linea telefonica per la raccolta di segnalazioni di maltrattamenti su minori.

L’Associazione non si fa carico delle urgenze in prima persona ma si occupa di attivare un meccanismo di intervento, affidabile e discreto, preoccupandosi preventivamente di accertare le generalità di chi fa la chiamata e di verificare il quadro della situazione descritta. Si contatta l’ente oggi preposto dalla legge che farà, a seconda del contenuto, proseguire la denuncia coinvolgendo i servizi sociali o altri enti interessati, già esistenti sul territorio. L’Associazione, nel suo lavoro di prevenzione, ha contatti con le scuole, con il giudice dei minorenni, con il delegato per la protezione delle vittime. Questo nel contesto dei bisogni, sempre legati ad una segnalazione telefonica.

La Svizzera non è un’isola felice, come invece ameremmo pensare, risparmiata da questa piaga sociale difficilmente debellabile. Il Ticino, quanto a casi di violenza minorile, rientra pienamente nella statistica europea.

A questo scopo il Telefono S.O.S. Infanzia si fa promotore di iniziative volte a superare i radicali tabù, attraverso la divulgazione di quelli che sono i diritti dei bambini sanciti dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.
In modo specifico: il diritto di essere protetti da persecuzioni e strumentalizzazioni e a crescere in uno spirito di comprensione e di solidarietà internazionale.
Un’opera svolta in maniera intensiva dai volontari che si concretizza in forme diverse. Per esempio la presenza con stand e materiale informativo in occasione di manifestazioni pubbliche. L’informazione nelle scuole del Cantone, soprattutto fra i ragazzi delle scuole Medie, è un secondo aspetto del lavoro svolto.

Di primaria importanza la collaborazione esterna di esperti: liberi professionisti che offrono gratuitamente la loro consulenza giuridica, psicologica e medica; alcuni si prestano volentieri anche a serate informative aperte al pubblico.

Destinatari:

  • Bambini vittime di violenza;
  • Adulti che vedono o sentono casi di maltrattamento e denunciano tali situazioni;
  • Persone che durante il corso della loro vita hanno subito violenze e chiedono aiuto per superare le conseguenze che tali violenze provocano all’essere umano;
  • Persone che sentono dentro la disperazione che genera violenza nei confronti dei propri figli e chiedono aiuto.

L’Associazione è organizzata per l’ascolto con una sede a Chiasso.

Comitato direttivo:

Paolo Frangi (membro con la carica di coordinatore)

Tina Mantovani (membro e responsabile sede)

Paola Primerano Robbiani (membro e contabile)

Lidia Canonico (membro)

Simona Gaggini (membro)